Apprendere in movimento

Premessa:

Grazie all’esperienza fatta nell’anno scolastico 2017/2018 con l’introduzione delle lavagne multimediali ci si è resi conto e costatato che gli alunni hanno aumentato il loro interesse, la loro motivazione e curiosità, nell’apprendere
Con l’ausilio delle nuove tecnologie, si sono superati quei limiti della didattica tradizionale, della lezione frontale con il solo ausilio di libri e quaderni.

I bambini con nessun particolare deficit di apprendimento hanno potenziato le loro capacità, aumentando l’interesse e di conseguenza la conoscenza negli argomenti presentati loro.
i bambini con deficit di apprendimento quali ADHD BES ADC si sono integrati maggiormente al gruppo classe e superato diverse difficoltà , aumentando la capacità di problem solving.

Nell’ottica di innovamento delle avanguardie educative ci si è chiesti cos’altro la scuola potesse offrire ai discenti.

APPRENDERE IN MOVIMENTO

L’attività motoria adempie a diverse funzioni. cognitive, socio-relazionali, e creative.
Gli spazi per l’apprendimento devono cambiare ed adattarsi a nuove strategie cognitive.
L’apprendimento è sempre una questione di motivazione, ci si è chiesti, che cosa motiva uno studente più del gioco e del movimento?

Quindi educare attraverso il movimento è l’obiettivo che La scuola IBI si pone..
Posto che la base di esso è suscitare interesse e curiosità, con l’ausilio del gioco recuperiamo quella motivazione che serve per ottenere un apprendimento ottimale.
Il metodo linguistico-motorio si basa sull’utilizzazione del gesto-movimento con una funzione non necessariamente sostitutiva di altri sensi, ma integrante nella comunicazione linguistica.

Si tratta dunque di guidare il bambino attraverso il gioco e il movimento verso la scomposizione analitica e la successiva combinazione sintetica